Qual è il momento migliore per mangiare la frutta? Lontano dai pasti o durante?

Tra i tanti argomenti sul mondo dell'alimentazione, spesso oggetto di disinformazione, ma anche di dibattito e di opinioni, c’è sicuramente quello riguardante l’orario o il miglior momento della giornata nel quale è meglio consumare la frutta. Ormai è abbastanza nota a tutti l’importanza del consumo di frutta nell’ambito di un’alimentazione adeguata e la World Health Organization ne raccomanda 2-3 porzioni al giorno, sia per l’apporto di fibre, ma soprattutto per quello di vitamine, minerali e antiossidanti. Ma riguardo ai momenti della giornata nei quali è meglio consumarla c’è tanta disinformazione e c’è chi sostiene che sia meglio consumarla lontano dai pasti, chi a completo digiuno o ch

Aumento di peso: ecco altri 8 tipi di tumore associati ad un'eccessiva massa grassa

Oggi l’obesità colpisce circa 640 milioni di soggetti adulti obesi e 110 milioni tra bambini e adolescenti e, secondo previsioni statistiche, questi numeri sono destinati ad aumentare soprattutto nelle società occidentali. Nonostante ciò, è abbastanza risaputo come un migliore controllo del peso sia associato ad un minor rischio d’insorgenza delle più note patologie croniche della società moderna come obesità, diabete di tipo 2, ipertensione, cardiopatie e cancro. Proprio per quanto riguarda quest’ultimo, sono veramente tante le evidenze scientifiche che sottolineano il ruolo di una corretta alimentazione e della regolare attività fisica nel prevenire vari tipi di patologie neoplastiche. Nel

Consumo eccessivo di zuccheri aggiunti: ecco i danni alla salute dei bambini e degli adolescenti

Sono ormai veramente tante le evidenze scientifiche che mostrano l’associazione tra consumo di zucchero e l’incidenza di patologie croniche come obesità, sovrappeso, diabete di tipo 2, cardiopatie e tumori. Nonostante sia ormai risaputo come il consumo di quantità eccessive di zucchero predisponga a tali stati patologici cronici, alterando i livelli di glicemia ematica e causando, a lungo termine, insulino-resistenza, questo dolcificante è sempre più diffuso, spesso non sotto forma di zucchero vero e proprio, bensì nascosto all'interno di molti alimenti, sotto le sembianze dei cosiddetti zuccheri aggiunti. Questi non sono nutrizionalmente differenti dallo zucchero convenzionale, sia dal pun

Aggressivi e irascibili? Avete mai fatto caso a quello che mangiate?

Avete mai sofferto di facile irritabilità in alcuni momenti della giornata rispetto ad altri? Secondo diverse evidenze scientifiche l’alimentazione rappresenta un fattore che può influire positivamente o negativamente sullo stato di irritabilità e di agitazione di ognuno di noi. Un tipico esempio negativo è rappresentato dai grassi parzialmente idrogenati, i cosiddetti grassi trans-saturi, che, come ho scritto più volte, l’FDA ha bandito dalle case di produzione delle grandi industrie americane, per i loro molteplici effetti negativi sulla salute in generale, e che in Europa sono ancora in commercio all’interno di moltissimi prodotti. Questi grassi si riscontrano spesso nelle creme dolci spa

Invecchiamento? Ecco gli effetti della Dieta Mediterranea sul declino cognitivo

Sono veramente tanti gli studi che evidenziano i benefici della Dieta Mediterranea nei confronti della salute. È stato visto come l’adesione a questo regime alimentare, che non rappresenta una semplice dieta, non solo è associato ad una riduzione dei tassi di mortalità,ma anche ad una maggiore protezione cardiovascolare, può contribuire a ridurre il rischio d’insorgenza di patologie neurodegenerative e addirittura può rallentare l’invecchiamento. Secondo un recentissimo lavoro australiano pubblicato sulla rivista Frontiers in Nutrition, è stato evidenziato come coloro che aderiscono maggiormente alla Dieta Mediterranea, vanno incontro ad un minore declino cognitivo con l’avanzare dell’età e

Ecco come il pomodoro può aiutare a combattere le patologie cardiovascolari

È ormai noto a tutti come il consumo di frutta e verdura sia fondamentale nella prevenzione delle patologie cardiovascolari, una delle principali cause di morte della società occidentale. L’aterosclerosi è quel processo caratterizzato dall’ossidazione di lipoproteine a livello della parete arteriosa con la formazione di placche che impediscono una corretta circolazione del sangue e aumentano il rischio di eventi cardiovascolari. In tutto ciò l’aggregazione piastrinica svolge un ruolo cruciale nello sviluppo e nella progressione del processo aterosclerotico e nello sviluppo di eventi trombotici e, non a caso, le terapie con antiaggreganti piastrinici, come la nota aspirina, hanno ridotto sign

Proteine animali, carne rossa e maggiori tassi di mortalità: nuove evidenze

È ormai trascorso quasi un anno dall’allarme carne rossa e carne processata lanciato dalla World Health Organization, nonostante fosse già risaputo da anni dalla comunità scientifica internazionale, e ancora oggi diverse evidenze scientifiche continuano a sottolineare gli effetti negativi associati a questi alimenti. A tal riguardo, un recentissimo studio condotto da ricercatori del Massaschusetts General Hospital e dalla Harvard Medical School di Boston, ha evidenziato come un’alimentazione ricca di proteine animali, soprattutto provenienti da carne rossa processata e non, sia associata ad un tasso di mortalità maggiore rispetto ad un’alimentazione caratterizzata da un introito maggiore di

Daniele Basta Nutrizionista Cosenza

Seguimi su Facebook

  • Facebook Social Icon

SCRIVIMI

IMPORTANTE

Questo blog nasce con l'obiettivo di divulgare l'informazione  scientifica sul mondo dell'alimentazione. Scrivo questi articoli nel mio tempo libero per passione, sempre dopo uno studio minuzioso e un'attenta revisione della letteratura scientifica, ragion per cui è necessario citarne la fonte se dovessero essere riportati su altri siti o su altri blog. 

REGISTRATI GRATIS

Testimonianze

TAG

Archivio

Dott. Daniele Basta

Biologo Nutrizionista Ph.D. Cosenza

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Instagram Social Icon

© 2017 by Dott. Daniele Basta 

Email: nutrizione.danielebasta@gmail.com

 Sito web:www.nutrikalstudio.it