Quali sono le migliori alternative al burro?

Nonostante sia ancora un alimento diffusissimo, soprattutto nelle grandi industrie alimentari, per la produzione di dolciumi, prodotti da forno, biscotti, ecc., molte persone hanno necessità di fare a meno del burro, ad esempio coloro che sono allergici al latte o intolleranti al lattosio, oppure anche quei soggetti affetti da patologie cardiovascolari; per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, infatti c’è da sottolineare come il burro, oltre ad essere ad elevata densità calorica, sia una delle maggiori fonti di grassi saturi animali, che sembrerebbero incidere maggiormente in maniera negativa sui livelli lipidici dell’organismo, aumentando di conseguenza il rischio di cardiopatie. Inoltre,

Quali sono gli alimenti più sazianti?

Evidenze scientifiche mostrano come ogni alimento introdotto nel nostro organismo sia in grado di stimolare un determinato senso di sazietà, influendo positivamente o negativamente sulla sensazione di fame del momento e del resto della giornata. Di per sé la parola sazietà indica proprio la sensazione di pienezza e di perdita dell'appetito dopo aver mangiato e nell'ormai lontano 1995 era stato stilato un indice di sazietà di circa 38 alimenti proprio per comprendere meglio l'induzione di tale effetto da parte di determinati cibi. Gli studi, nel corso degli anni successivi, hanno evidenziato come gli alimenti più sazianti presentano delle caratteristiche comuni: - un moderato contenuto in pr

Il potere del resveratrolo contro la sindrome dell'ovaio policistico

La sindrome dell’ovaio policistico rappresenta uno dei più diffusi disordini endocrini nelle donne, una condizione dettata da livelli anomali di ormoni nell’organismo, tra cui insulina e testosterone che spesso può contribuire ad aumentare il rischio di infertilità, di acne e di patologie metaboliche come il diabete di tipo 2. In un nuovo studio condotto dall’Università di Poznan, in Polonia, e pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism è emerso come il resveratrolo, potentissimo antiossidante contenuto in vino rosso, uva, mirtilli e cioccolato fondente può contribuire a ridurre i livelli di testosterone e di deidroepiandrosterone solfato (DHEAS), un altro ormon

Sciroppo di glucosio-fruttosio negli alimenti e nelle bevande: ecco i danni alla salute

Si è appena concluso l’Obesity Day 2016, la giornata di sensibilizzazione nei confronti di questa condizione patologica sempre più in aumento nelle società occidentali e non solo e che pone le basi all’avvento delle patologie croniche moderne, la prima causa di mortalità nel mondo al giorno d’oggi. Tra i fattori nutrizionali più incriminati ricordo il consumo eccessivo di cibi processati, di bevande dolci, dal contenuto calorico ingente e ricche di zuccheri. A tal proposito, comune denominatore di questa disastrosa fascia di alimenti, che riempie ormai più del 50% dei supermercati moderni, è il famoso sciroppo di glucosio-fruttosio, sciroppo di fruttosio o sciroppo di amido di mais, quello c

Demenza senile e declino cognitivo: ecco i benefici del caffè

È ormai risaputo come il caffè, ricca fonte di antiossidanti e di caffeina, oltre a possedere noti effetti stimolanti, contribuisca a migliorare le funzioni cognitive. A tal proposito in uno studio del 2014 pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience era già stato evidenziata l’associazione tra consumo di caffè e una migliore memoria a lungo termine. In modelli animali addirittura è stato visto come la caffeina espleti effetti positivi anche sui livelli delle placche Beta-amiloidi, tipiche dell’Alzheimer. Un recentissimo studio ha confermato gli effetti benefici della caffeina a livello cerebrale, sottolineando come ,inoltre, questo composto, tipico del caffè, possa contribuire a ridurre e

Daniele Basta Nutrizionista Cosenza

Seguimi su Facebook

  • Facebook Social Icon

SCRIVIMI

IMPORTANTE

Questo blog nasce con l'obiettivo di divulgare l'informazione  scientifica sul mondo dell'alimentazione. Scrivo questi articoli nel mio tempo libero per passione, sempre dopo uno studio minuzioso e un'attenta revisione della letteratura scientifica, ragion per cui è necessario citarne la fonte se dovessero essere riportati su altri siti o su altri blog. 

REGISTRATI GRATIS

Testimonianze

TAG

Archivio

Dott. Daniele Basta

Biologo Nutrizionista Ph.D. Cosenza

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Instagram Social Icon

© 2017 by Dott. Daniele Basta 

Email: nutrizione.danielebasta@gmail.com

 Sito web:www.nutrikalstudio.it