Gravidanza, aumento di peso e il falso mito di dover mangiare per due

Accade spesso oggi che molte donne in gravidanza tendono letteralmente a mangiare per due persone durante i 9 mesi. Se da una parte è corretto aumentare adeguatamente l’introito calorico per le nuove esigenze fisiologiche sia della madre che del feto, dall’altra non significa sicuramente raddoppiare l’energia calorica quotidiana. Studi recenti evidenziano come un eccessivo aumento di peso durante la gravidanza possa avere conseguenze negative sia sulla salute della madre che su quella del nascituro. L’aumento graduale di peso raccomandato durante la gravidanza è basato sul peso corporeo e sull’Indice di Massa Corporea (Body Mass Index) prima di entrare nei 9 mesi con il pancione. La maggior

Deficit di ferro, cosa fare?

Il deficit di ferro è tra quelli più diffusi nella nostra società, e riguarda soprattutto donne in età fertile, anziani e bambini. I sintomi più comunemente avvertiti sono stanchezza, debolezza, poca concentrazione. Questo minerale svolge un ruolo chiave in quanto è parte costituente nel nostro organismo di proteine ed enzimi coinvolti nel trasporto dell'ossigeno, tra cui l'emoglobina, ed è importante per la regolazione della crescita e della differenziazione cellulare. Le cause possono essere di vario tipo come eventi emorragici, un’alimentazione con insufficiente apporto di ferro (spesso riscontrata nel “fai da te” di soggetti vegani e vegetariani), malassorbimento per problematiche gastro

Troppi zuccheri fanno male alla salute!

L’alimentazione scorretta dei nostri giorni è caratterizzata anche da un consumo eccessivo di zuccheri. Spesso questa parola è accostata unicamente allo zucchero da tavola, che viene utilizzato per dolcificare caffè, tè o per fare i dolci in casa, ma in realtà la maggior parte dello zucchero introdotto è contenuto in alimenti processati, come merendine, snack, e in bevande dolci come succhi di frutta, Energy drink, bevande dolci gassate ecc.. Secondo le raccomandazioni della World Health Organization, l’introduzione degli zuccheri semplici dovrebbe essere inferiore al 10% dell’introito calorico giornaliero, circa 12 cucchiaini per un adulto medio…e pensare che solo la lattina di una delle be

4 motivi per cui si tende a mangiare troppo inconsapevolmente

Tra i fattori causa degli enormi tassi di sovrappeso e obesità risiede sicuramente un’alimentazione scorretta caratterizzata dal consumo di cibi ipercalorici accompagnata da estrema sedentarietà. Due fattori che sono alla base di un bilancio energetico decisamente in positivo, ovvero a fine giornata si tende a introdurre più calorie di quelle che si spendono, predisponendo così l’organismo ad un progressivo aumento di peso. Quali sono gli errori alla base dell’alimentazione ipercalorica moderna che causano il consumo di quantità eccessive di cibo? Oggi accade che si continua a mangiare senza neanche rendersi conto che molto probabilmente si sta eccedendo da un punto di vista calorico. Sicura

Mangio di tutto perché sono magro! I rischi di un'alimentazione scorretta nascosti da un peso no

Sicuramente ognuno di noi avrà un amico, un conoscente o un familiare che mangia spesso e volentieri cibo spazzatura, ultra-processato, come merendine, pizzette, dolci, ecc.., ma che tuttavia è “invidiosamente” magro. In effetti, come spesso accade in molte cose, la prima impressione può trarre in inganno. La valutazione iniziale errata che spesso viene tratta da molti è l’associare un peso normale a stare bene e in salute, ma non è sempre cosi. Perché una persona magra dovrebbe preoccuparsi di quello che mangia, come snack, merendine, pizzette ecc.., se semplicemente è magra? Il peso normale non è sinonimo di un buono stato di salute L’indice di massa corporea, ovvero il rapporto tra il pes

Daniele Basta Nutrizionista Cosenza

Seguimi su Facebook

  • Facebook Social Icon

SCRIVIMI

IMPORTANTE

Questo blog nasce con l'obiettivo di divulgare l'informazione  scientifica sul mondo dell'alimentazione. Scrivo questi articoli nel mio tempo libero per passione, sempre dopo uno studio minuzioso e un'attenta revisione della letteratura scientifica, ragion per cui è necessario citarne la fonte se dovessero essere riportati su altri siti o su altri blog. 

REGISTRATI GRATIS

Testimonianze

TAG

Archivio

Dott. Daniele Basta

Biologo Nutrizionista Ph.D. Cosenza

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Instagram Social Icon

© 2017 by Dott. Daniele Basta 

Email: nutrizione.danielebasta@gmail.com

 Sito web:www.nutrikalstudio.it