Pranzo a lavoro? Ecco qualche consiglio per renderlo più salutare

February 15, 2016

Nonostante i tassi di disoccupazione alle stelle degli ultimi anni, sono tantissimi i lavoratori in Italia e, a causa dei ritmi frenetici di questi tempi, è sempre minore il tempo a disposizione per prendersi cura di sé, anche nel consumare un pasto salutare nelle ore di pausa pranzo. È anche per questo motivo che è abitudine comune mangiare tanto a colazione, pochissimo a pranzo, per poi affrontare una cena a dir poco abbondante, pagandone poi le conseguenze sulla bilancia. 

Esistono comunque delle piccole accortezze da tenere in considerazione per rendere il pranzo più salutare anche quando si è impossibilitati a spostarsi lontano dal luogo di lavoro.

 

1. Evitare di sostituire il pranzo intero con merendine o barrette

 

Sicuramente non è la scelta più salutare quella di sostituire un pasto completo ad una merendina del distributore automatico, come una busta di patatine, una barretta di cioccolato o delle caramelle, ovvero cibo altamente processato, ricco di zuccheri, conservanti e povero di nutrienti che sicuramente non colmerà il senso di fame, bensì la stimolerà nuovamente dopo pochissimo tempo, inducendo a mangiare di più nel breve o nel lungo termine. Inoltre, il consumo regolare di merendine,bevande zuccherate ecc., è una delle maggiori cause dell’aumento di peso, di obesità e delle più comuni patologie croniche.

 

2. Evitare i fast-food

 

Nonostante sia un’alternativa valida per ottenere un pasto in poco tempo, purtroppo la scelta dei fast-food è poco salutare, si tratta purtroppo sempre di cibi processati, ricchi di sale, di carboidrati raffinati e poveri di nutrienti. Un altro discorso è preferire ristoranti dove poter effettuare scelte consapevoli, evitando il solito cibo raffinato dei fast food.

 

3. Portare il pranzo da casa potrebbe essere un'ottima idea

Questa potrebbe rivelarsi una mossa strategica, salutare e, talvolta, anche più economica. Con un po’ di creatività e di fantasia si potrebbe preparare il pranzo addirittura la sera precedente o la mattina presto per poi riscaldarlo sul luogo di lavoro, se si tratta di un piatto da consumare caldo, o direttamente lasciarlo a temperatura ambiente, se invece si tratta di un piatto buono anche freddo. Rappresenta una scelta salutare perché siete voi i veri protagonisti del vostro pranzo e siete voi a scegliere gli alimenti da utilizzare, in modo da renderlo un piatto nutriente e gustoso nello stesso tempo. Ovviamente la qualità nutrizionale del pasto sarà di gran lunga superiore a quella dei fast-food e dei ristoranti in relazione agli alimenti che decidete di inserire nel vostro pranzo.

 

4. Evitare di pranzare sulla scrivania o sul luogo di lavoro

 

 È consigliabile consumare il pranzo in un posto diverso da quello dell’abituale scrivania o bancone di lavoro, anche se per poco tempo a disposizione, sia per staccare la spina e sia per aver la possibilità di gustare con calma il proprio pranzo; in questo modo si prende anche cognizione di quello che si sta mangiando, evitando di sfociare negli eccessi, che potrebbero rivelarsi determinanti in un futuro aumento di peso.

 

5. Panino si, ma non sempre e solo quello

 

 

E' consigliabile evitare di consumare sempre il solito panino con prosciutto/mortadella/salamino, non solo per gli effetti dannosi della carne processata sulla salute, ma anche per l'eccessivo introito di sale. Ci sono tanti modi per creare panini gustosi e nutrienti, anche inserendo della verdura e delle proteine differenti dai soliti salumi, come tonno, pollo ecc.. Tuttavia non è assolutamente necessario focalizzarsi unicamente su questa tipologia di pasto. Alla base di un buon abbinamento ci sono sempre grandi dosi di fantasia e, a volte, basta essere un po’ più creativi per esplorare e gustare nuovi sapori, evitando cosi di cadere nella monotonia alimentare. 

Please reload

SCRIVIMI

Post Recenti

Please reload

Può interessarti anche

Please reload

Dott. Daniele Basta

Biologo Nutrizionista Ph.D. Cosenza

© 2017 by Dott. Daniele Basta 

Email: nutrizione.danielebasta@gmail.com

 Sito web:www.nutrikalstudio.it

 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Instagram Social Icon