Deficit di magnesio? Ecco 10 alimenti dove puoi trovarlo in grandi quantità

February 14, 2017

Il magnesio, così come il ferro, lo zinco e il calcio, rappresenta uno dei minerali più importanti e, oltre ad essere coinvolto in più di 300 reazioni biochimiche nel nostro organismo, è fondamentale per la corretta funzionalità del Sistema Immunitario, del Sistema Nervoso e svolge un ruolo imprescindibile nel mantenere in salute le ossa e il sistema cardiovascolare.

 

Detto ciò, è chiaro come un deficit di questo minerale abbia diversi risvolti negativi sulla salute..tuttavia è raro che si riscontri una reale mancanza di magnesio nell’organismo, grazie anche al lavoro di riassorbimento a livello renale che ne limitano, in situazioni di emergenza, l’escrezione attraverso le urine.

 

Nonostante ciò, in determinate condizioni, come alcolismo, specifici farmaci o la carenza alimentare cronica di questo minerale, può portare un reale deficit nell’organismo.

 

Tra i sintomi relativi alla mancanza di magnesio, sono presenti nausea, stanchezza, debolezza muscolare, perdita di appetito e in casi estremi anche crampi, spasmi, tremori.

 

Invece è molto più comune, soprattutto nelle società occidentali come la nostra, non raggiungere le quantità raccomandate di magnesio attraverso l’alimentazione.

 

Il fabbisogno di questo minerale varia con l'età ed il sesso: per i bambini sono consigliati 240 mg, per l'uomo 400-420 mg e per la donna 320-360 mg.

 

Il mancato raggiungimento delle quantità raccomandate è abbastanza diffuso in coloro che sono affetti da patologie gastrointestinali, come la celiachia, o il morbo di Crohn, caratterizzati da una condizione di malassorbimento intestinale, ma si riscontra anche in pazienti diabetici e affetti da sindrome metabolica, in quanto è stato visto come l’insulino-resistenza sia associata ad una maggiore escrezione urinaria di magnesio.

 

Non a caso, diversi studi hanno confermato la correlazione tra il ridotto introito di questo minerale e l'aumentato rischio d'insorgenza di diabete di tipo 2.

 

Questo anche perché il magnesio è coinvolto direttamente nel metabolismo dei carboidrati e del glucosio.

 

In tutto ciò, una sana e corretta alimentazione è sufficiente per soddisfare tutti i fabbisogni di questo micronutriente. Purtroppo spesso si ricorre, anche inutilmente, agli integratori, sottovalutando nel contempo ai rischi associati a livelli eccessivi magnesio, come diarrea, nausea, crampi addominali e aritmia. Inoltre è sempre bene tener presente che questo minerale può interferire con i meccanismi di alcuni farmaci, come antibiotici, diuretici e antipertensivi.

 

Quali sono le migliori fonti alimentari di magnesio?

 

 

1. Spinaci

2. Bietola

3. Semi di zucca

4. Yogurt

5. Mandorle

6. Fagioli neri 

7. Avocado

8. Fichi

9. Cioccolato fondente

10. Banane

Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17645588

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22205313

Please reload

SCRIVIMI

Post Recenti

Please reload

Può interessarti anche

Please reload

Dott. Daniele Basta

Biologo Nutrizionista Ph.D. Cosenza

© 2017 by Dott. Daniele Basta 

Email: nutrizione.danielebasta@gmail.com

 Sito web:www.nutrikalstudio.it

 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Instagram Social Icon